Stai pensando a una vacanza in barca a vela? Con ogni probabilità è il modo migliore per godersi il mare, stare a contatto con la natura e concedersi il meritato relax, che sia per un weekend o per le ferie estive. Statoquotidiano.it ha individuato quattro buoni motivi per partire in barca a vela con uno skipper: qui di seguito proviamo a riassumerli, essendo questo tutt’altro che un dettaglio di secondaria importanza quando in gioco c’è la buona riuscita del viaggio.

Sicuro, comodo, entusiasmante: perché partire in barca a vela con uno skipper

La scelta di un servizio di noleggio con skipper è in qualche modo obbligata quando non si abbia – o non ci sia, quando si parte in gruppo, qualcuno che abbia – la patente nautica. Anche se pur avendo la patente nautica non si è mai guidato una barca a vela il consiglio è di partire per le proprie vacanze affidandosi a qualcuno che abbia esperienza con nodi, vento, vele da alzare e ritirare al bisogno: la navigazione a vela ha, infatti, una sua grammatica che sarebbe meglio conoscere a fondo per poter viaggiare in tutta tranquillità. Senza contare che, se si è gli unici del gruppo ad avere una patente nautica, può essere stancante – e uno stress anche per via delle responsabilità che si hanno – restare al comando per l’intero viaggio.

Viaggio che del resto, come tutti gli altri, può riservare imprevisti. Di fronte alle emergenze in mare, solo chi ha una lunga esperienza riesce a non farsi prendere dal panico e a trovare immediatamente delle soluzioni idonee. Tanto più che le emergenze più comuni sono quelle legate al mal tempo: uno skipper che conosce i venti e le correnti può letteralmente salvare la propria vacanza in barca a vela dalle tempeste.

Il surplus di prezzo del noleggio barca a vela con skipper è, insomma, un surplus di prezzo con cui si paga la familiarità col mare di chi sta alla guida. Questo implica anche la possibilità di scoprire grazie alla propria vacanza in barca a vela le baie, le calette, i tratti di costa più esclusivi delle località che si visitano. Spesso sono baie, calette e insenature difficilmente raggiungibili da terra, che solo le persone del posto conoscono e che sono per questo lontane dai radar del turismo di massa: l’ideale per fare un bagno immersi in acque cristalline e incontaminate.

Il quarto e ultimo motivo individuato da Statoquotidiano.it per partire in barca a vela con uno skipper è perché è in questo modo che si può trasformare la propria vacanza in barca a vela in un’occasione per scoprire una nuova disciplina. Sbaglia, infatti, chi pensa che una vacanza in barca a vela sia monotona e sedentaria: ci sono sempre cime da tirare, nodi da realizzare, vele da risistemare ed è questo un ottimo modo per tenersi in movimento e farlo all’aria aperta. Guardando e provando a imitare quello che fa uno skipper professionista è più facile familiarizzare con le regole di questo sport.