artisti pubblicato da Valeria Paglionico
19 novembre 2013
13:16

Mina e Fiorello in un duetto natalizio

Mina e Fiorello hanno collaborato per la realizzazione di un brano natalizio: "Baby It's Cold Outside". Lo showman più amato dagli italiani dichiara di essersi sentito per la prima volta cantante.

mina-e-fiorello

Mina e Fiorello collaborano per un duetto natalizio esplosivo: lo showman più amato in Italia e la Tigre di Cremona hanno trascorso tre giorni insieme a Lugano per realizzare “Baby It’s Cold Outside”, una canzone del 1949, riadattata per il nuovo disco di Mina, “Christmas Song Book”. L’album raccoglie 12 brani natalizi, come Jingle Bell Rock, Silent Night, Let It Snow, White Christmas, interpretati dalla celebre cantante, accompagnata da un trio formato da Danilo Rea al pianoforte, Massimo Moriconi al contrabbasso e Alfredo Golino alla batteria a cui, in qualche brano, si aggiunge un’orchestra d’archi con gli arrangiamenti del compianto Gianni Ferrio.

Fiorello ha dichiarato: “cantare con lei è il punto di arrivo di una carriera. Mina mi ha fatto sentire per la prima volta un cantante”. Il grande disegnatore della Disney, Giorgio Cavazzano, con le sue illustrazioni li ha ritratti a “Paperopoli”: Mina con abito nero e coda lunga; Fiorello in completo verde e camicia scura. Nel libretto del disco di Mina ci sono altre 18 tavole di Cavazzano in cui si vede la celebre artista cantare accompagnata dai personaggi Disney che suonano per lei. C’è anche une versione Deluxe di “Christmas Song Book”, con un libro illustrato di 248 pagine, che propone 5 storie a fumetti dedicate al Natale, scelte tra le più belle che vedono protagonisti gli abitanti di Paperopoli.

La Tigre di Cremona Mina, oltre a ringraziare Fiorello, ha reso omaggio dunque anche al fumetto Topolino: “Ricordo che costavi 25 lire. Quando sarà stato? Quaranta, cinquanta, sessant’anni fa… Rivedo chiaramente l’edicola dove ti trovavo, quella in Galleria XXV aprile. Mi è sempre capitato di vederti campeggiare sul comodino o di scoprirti intrufolato tra le coperte stropicciate da rimboccare. Mi sembra di averti, ogni volta, guardato con dolcezza e apprezzato per il ruolo di buon compagno di addormentamenti e di sogni. Allora è vero. Siamo sempre stati insieme e adesso lo siamo un po’ di più. Bello!”